Michele Puglisi

Siamo tre fratelli Lina, Michele e Santina, la terza generazione della famiglia Puglisi che nel rispetto della natura portiamo avanti la tradizione dei nostri avi.
Le nostre aziende agricole si trovano a San Leonardello frazione di Giarre, a Santa Tecla frazione di Acireale e ad Agnone frazione di Augusta.
La prima, estesa a circa 10 ha, è coltivata principalmente a limoni, patate e a piccole produzioni di frutta e verdura. La seconda, quasi 9 ha, è coltivata a limoni e patate, la terza, circa 11 ha, è coltivata a limoni e ad arance ovale e valencia.

Coltiviamo in modo responsabile attraverso metodi biologici rispettando i ritmi delle stagioni e ritenedoci tutori e promotori di standard etici e ambientali. Abbiamo un rapporto di fiducia e di dialogo con tutti i nostri collaboratori, siamo un gruppo dinamico , multiculturale e proiettato al futuro.
Tra le nostre colture abbiamo gli agrumi: limoni primo fiore , bianchetti e verdelli, arance valencia, ovale e qualche piccola produzione di navel. Da qualche anno rispettando la tradizione dei nostri nonni abbiamo ripreso a coltivare le patate di Giarre e anche quelle  rosse e viola quest’ultime originarie del sud America ed i cui benefici per la salute sono straordinari. 
Da sempre lavoriamo rispettando i cicli delle nostre coltivazioni e usiamo solo prodotti che siano al 100% naturali e biologici. Coltivare i nostri agrumi e le nostre patate con la massima cura e considerazione, nel rispetto dell’ambiente, sono i valori fondamentali su cui da sempre si fonda la nostra azienda agricola. Siamo infatti convinti che mangiare bene significhi soprattutto poter condividere cibo stagionale, locale, biologico che possa nutrire il nostro corpo, rafforzare il nostro sistema immunitario, soprattutto il nostro microbiota che rappresenta il nostro terreno. Così non solo proteggiamo noi stessi da virus e batteri ma allo stesso tempo tuteliamo l’ecosistema e l’intera natura.
Il valore principale che portiamo avanti con orgoglio e determinazione è la salvaguardia della biodiversità. 
Per questo è importante creare una comunità di produttori, consumatori e altri esperti del settore con cui ci si possa confrontare ed avere sempre uno scambio di informazioni.
Oggi senza informazioni e formazione nessun imprenditore è in grado di prevedere il futuro della sua azienda.