Kalós Bio Farm

Az. Agr. Zambuto Giuseppina

La scelta del nome Kalós vuole essere un tributo a Calogero, nonno contadino da cui tutto ha avuto inizio,
trovando ispirazione nel significato del nome stesso.

Infatti, il nome ha origini greche, composto dalle parole Kalós, "bello", e Geron, "uomo anziano".
Da qui la connessione alla Kalokagathia, che nella cultura greca indica l'ideale di perfezione fisica e morale
dell'uomo. Kalóssi riferisce, dunque, non solo a ciò che è "bello" per il suo aspetto, ma anche e soprattutto
a quella bellezza che è connessa al comportamento morale "buono".

Nonno Calogero, Liddu per tutti, ha donato 3 ettari di aranceti alla figlia Sara e al genero Santo e da loro

sono arrivati ai tre figli. Oggi la coltivazione è variegata anche se rimane prevalentemente di arance.

Calogero, ultimo dei tre figli, affiancato dal padre, ha messo in atto una gestione aziendale rigorosamente

biologica, grazie all'applicazione di varie tecniche colturali che mirano ad un continuo incremento della
fertilità del suolo e della biodiversità vegetale e animale, nel massimo rispetto dell'ambiente. Oltre alla
sostenibilità ambientale, Kalós si impegna a promuovere la buona agricoltura, il raggiungimento di un
equilibrio agroecosistemico e a garantire un prodotto sano e genuino.